Festival 2020/21

Quinta edizione dal 25 al 27 Marzo 2021 - Roma

Al Festival Internazionale Cinematografico AQUA FILM FESTIVAL parteciperanno cortometraggi provenienti da tutto il mondo suddivisi in due sezioni a seconda della durata delle opere. Nella sezione dei cortometraggi verranno presentati lavori di massimo 25 minuti ed un segmento particolare sarà invece

L’acqua  è uno degli elementi indispensabili affinché ad ognuno sia assicurato il diritto umano universale  di avere “un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia”  (art. 25, Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo).

Sulla terra ci sono circa 1,4 miliardi di km3 di acqua, il 97% è contenuto negli oceani. Da essa dipende la storia dell’umanità e la stessa genesi scientifica della vita e, al pari dell’aria che respiriamo, costituisce la nostra principale fonte di sopravvivenza. L’importanza di questo elemento madre assume innumerevoli forme e implicazioni e rappresenta un’asse portante e continuo nelle economie, negli equilibri sociali e nelle identità culturali del pianeta.

Aqua Film Festival, giunto alla prossima 5a edizione, vuole rappresentare attraverso lo strumento cinematografico e di documentazione lo straordinario mondo dell’acqua nei suoi diversi valori e nelle diverse funzioni di utilizzo e attraverso questo importante tema, scoprire nuovi talenti nel campo cinematografico e dell’audiovisivo, non tralasciandone gli scopi sociali di una maggiore attenzione, coscienza e responsabilità.

L’acqua: patrimonio ambientale e principio di vita, fonte di salute e di benessere, teatro di impegno e di attività per milioni di persone, rappresentata nel cinema come immagine ha un impatto più sensibilizzante che nella realtà.

Nato nel 2016, Aqua Film Festival è il primo festival di cinema internazionale con cortometraggi, incontri, workshop ed eventi speciali dedicati al tema dell’acqua in tutte le sue forme, elemento di unicità che rappresenta un innegabile valore aggiunto, unito alla grande attualità di tematiche ecologiche e geopolitiche ad esso legate. Veicolata attraverso il linguaggio cinematografico del cortometraggio, breve e per questo ancora più incisivo, l’acqua viene dunque rappresentata nelle sue molteplici declinazioni, ambientali e fisiche ma anche oniriche, poetiche e filosofiche, simboliche, scientifiche, religiose, sportive, salutistiche, trovando spazio in una serie di espressioni che sensibilizzano, informano e approfondiscono le tematiche trattate presso un pubblico eterogeneo e soprattutto giovane, anche grazie all’accesso gratuito a tutti gli eventi.

I cortometraggi in concorso provenienti da tutto il mondo sono divisi, a seconda della durata, in due sezioni: Corti (max 25 minuti) e Cortini (max 3 minuti). Fuori concorso invece la sezione di impegno sociale “Fratello Mare, Amico Fiume, Caro Lago” aperta a corti o cortini realizzati con smartphone che denunciano, con reportage anche di pochi secondi o minuti, qualsiasi tipo di attività irresponsabile che provoca inquinamento del mare, dei fiumi o dei laghi.

Aqua Film Festival si svolge continuatamente dal 2016, anno della prima edizione tenutasi a Roma, alla  Casa del Cinema a Villa Borghese dal 6 al 9 ottobre. Ha cambiato sede per la sua seconda edizione che si è svolta sull’Isola d’Elba, dal 22 al 25 giugno 2017, presso il cinema Nello Santi di Portoferraio per poi tornare nuovamente a Roma per la terza edizione presso la Casa del Cinema a Villa Borghese e il Cinema Caravaggio dal 7 al 9 giugno 2018.

Inoltre Aqua Film Festival negli anni ha varcato la soglia delle sue sedi per essere presentato con i film vincitori a Monaco al Montecarlo Bay Hotel (ottobre 2017), a Marciano Marina, Isola d’Elba (luglio 2018) a Milano alla Cineteca Nazionale (ottobre 2018), a Matera (giugno 2019), a Bari (giugno 2019) e ad Ariano Irpino in occasione dell’Ariano Film Festival (luglio 2019) e a Finale Ligure (SV) il 4 agosto 2019.

La 4a edizione dell’Aqua Film Festival, che si è svolta alla Casa del Cinema di Roma dall’11 al 13 Aprile 2019, ha visto la partecipazione di cortometraggi provenienti da 22 Paesi del mondo, selezionati tra oltre 200 film. In totale sono stati proiettati durante il festival 20 film nella sezione Corti, 6 nella sezione Cortini e 5 nella sezione Cortini Aqua & Students, dedicata esclusivamente agli studenti.

La giuria ufficiale, che ha premiato i cortometraggi in concorso, ha avuto la presenza di personalità di rilievo italiano e internazionale che, nei giorni di festival, ha interagito con il pubblico parlando delle proprie esperienze formative. https://aquafilmfestival.org/il-concorso/la-giuria-aff4

 Aqua Film Festival vanta una consistente e diffusa presenza online: al sito internet italiano/inglese www.aquafilmfestival.org/en, sul quale viene veicolata la comunicazione istituzionale e le informazioni utili al pubblico, si affiancano cinque social network: Facebook (5.500 like), Instagram (1.500 follower), Linkedin (oltre 7.500 collegamenti), Twitter (500 follower) e Vimeo (oltre 50 video caricati).

Il festival è stato gemellato nella sua scorsa edizione con l’Accademia di Belle Arti NABA di Milano e l’Ostia Autumn School di Architettura ed è patrocinato da: Unesco – Commissione Nazionale Italiana, WWAP Risorse idriche mondiali, Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, C.O.N.I. – Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Consolato Onorario del Principato di Monaco a Firenze, Unimed – Mediterranean Universities Union, Medicinema Italia Onlus, Nuovo Imaie. A sostegno dell’Aqua Film Festival, inoltre: Aquaniene, Artemare, Marevivo, Fondazione Sorella Natura, Assonautica Italiana e Assonautica Acque interne Lazio e Tevere.

Ad accesso gratuito, oltre le proiezioni anche il workshop intensivo “Filmare con lo smartphone”, della durata di due giorni e tenuto dal regista Francesco Crispino, docente di Filmmaking all’Università Roma Tre, al quale è stato possibile registrarsi attraverso un form su www.aquafilmfestival.org. I due giorni di workshop si sono divisi in una prima parte teorica dedicata all’inquadratura (formato, composizione, distanza, angolazione, etc.) e in una seconda di natura prettamente laboratoriale, dedicata al montaggio (riflettendo sul rapporto tra le inquadrature e tra l’aspetto visivo e quello sonoro). La richiesta di partecipazione ha superato la capienza a disposizione con iscritti di tutte le età e provenienza. Villa Borghese è stata inoltre la protagonista della parte finale del workshop “Filmare con lo smartphone”, durante la quale i partecipanti sono stati invitati a realizzare con il proprio dispositivo un cortometraggio, riprendendo gli angoli più nascosti o iconici della Villa.

Per la durata del suo svolgimento, il festival ha inoltre collaborato con la Scuola Pertini di Roma che ha offerto ai suoi studenti la possibilità di partecipare alle proiezioni, per dare a fine giornata una propria valutazione ai film attraverso una scheda di votazione. I giovani sono stati coinvolti nel festival anche grazie ad “Aqua & Students”, sezione nata nel 2018 grazie alla collaborazione con le scuole del territorio Elbano e con la International University of Monaco e UNIMED, e rivolta agli studenti delle scuole medie, superiori e dell’università, italiani ed esteri, invitati a inviare cortometraggi di massimo 3 minuti con il tema dell’ACQUA.

La 4a edizione ha inoltre inaugurato la sezione Cinema e Scienza, interventi chiamati “la parola all’esperto” che quest’anno sono stati tenuti da Luca Lucentini, ricercatore dell’Istituto Superiore di Sanità, e Mario Tozzi, geologo dell’Istituto di Geologia Ambientale e Geo-ingegneria del Consiglio Nazionale delle Ricerche e conduttore TV. Inoltre è stata avviata una collaborazione con MEDICINEMA Italia Onlus che ha proposto presso le sale cinema dell’Ospedale Niguarda a Milano e del Policlinico Gemelli a Roma una selezione    dei corti a una Giuria speciale composta da pazienti, medici, infermieri e volontari che ha espresso la sua preferenza per il corto più meritevole.

La maggior parte degli incontri e delle proiezioni sono stati introdotti dagli autori o da un membro del comitato scientifico, incentivando il dialogo con il pubblico; un elemento premiato dall’affluenza al festival, che ha registrato circa 3.200 presenze negli spazi del festival, le due sale della Casa del Cinema di Roma,  la sala Gian Maria Volonté (47 posti) per il workshop e la sala Deluxe (124 posti) per la proiezione dei film. La prima, dotata di sistema di videoproiezione HD, diffusori stereo 5.1 e una moderna regia, è risultata perfettamente idonea alle necessità operative del festival. La seconda è una delle sale cinematografiche d’eccellenza di Roma, perfetta per valorizzare il contenuto artistico e tecnico delle opere presentate, dotata di videoproiezione in alta definizione 2K,tecnologia DCP, una sofisticata regia e un audio dotato della tecnologia all’avanguardia DOLBY ATMOS, presente solo in alcuni cinema della capitale.

Nel 2019 l’Aqua Film Festival ha raccolto l’interesse di sponsor e partner italiani e internazionali che hanno sposato la causa dell’evento. Fondamentale è stato il sostegno della Fondazione Prince Albert II de Monaco e dell’Associazione italiana della Fondazione Prince Albert II de Monaco Onlus, cui si sono affiancati Damast, azienda piemontese specializzata in progettazione, produzione e commercializzazione di sistemi funzionali per la doccia, Acqua Filette, Ancim – Associazione nazionale comuni isole minori, Lazio Film Commission,    il Centro Sperimentale di Cinematografia, Michelangelo Gioielli e Marina Corazziari. Il Festival, organizzato dalla Associazione Culturale No profit Universi Aqua, inoltre, ha attivo un canale di donazioni sul sito: https://aquafilmfestival.org/chi-siamo/donazioni

La presenza all’evento di diverse personalità artistiche, oltre a richiamare spettatori, ha creato nuove opportunità di networking tra gli addetti ai lavori, generando le condizioni favorevoli per un interscambio di idee ed esperienze che darà i suoi frutti anche al di fuori dei giorni dell’evento, polarizzando attorno al festival l’interesse di professionisti di settore anche negli anni a venire.

Inoltre, è attivo il canale specifico del festival su YouTube dove, sulla scia della sezione del festival “Fratello Mare, Amico Fiume, Caro Lago”, https://www.youtube.com/channel/UCstdFUkqTT31DYwFXXujJqg verrà mostrata una selezione di filmati realizzati con lo smartphone da utenti che denunciano abusi ambientali    o mettono in risalto bellezze dimenticate del proprio territorio; una raccolta parallela di filmati e reportage sul territorio aperta alle scuole, alle università e ai cittadini, finalizzata a una maggiore consapevolezza ed empatia verso l’equilibrio naturale, a un ampliamento del proprio senso civico e a un uso più consapevole, positivo e meno autoreferenziale degli strumenti tecnologici di uso comune a nostra disposizione.

Oltre a favorire la visibilità di opere, cortometraggi, provenienti da oltre 22 paesi del mondo, che difficilmente troverebbero un canale verso un pubblico tanto ampio come quello offerto da una location centrale sotto tutti i punti di vista nella Capitale, valorizzando il lavoro degli autori e delle produzioni, l’Aqua Film Festival prevede un’ampia circolazione dei film presentati attraverso alcuni appuntamenti, successivi alla conclusione del festival, in tournè.

La 5a Edizione di Aqua Film Festival Si svolgerà a Roma dal 25 AL 27 MARZO 2021